Seminari gratuiti

Ogni semestre proponiamo almeno un ciclo di seminari gratuito a cadenza settimanale per tutti i nostri associati, per ampliare e approfondire la conoscenza in campo fotografico.

I temi trattati sono diversi: si spazia dalla storia della fotografia, al rapporto tra fotografia e cinema, fino ad arrivare al legame tra fotografia e creatività.

Per frequentare le lezioni i soci devono essere in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno in corso.


Ciclo di Seminari per a.a.  2018/2019

Ogni lunedì dalle 19 alle 21 – fino al 17 dicembre

luis-bunuel-un-chien-andalouGLI INDECIFRABILI

Cineasti e fotografi fraintesi, emarginati, dimenticati, ridotti a sterotipi

a cura di Maurizio Giovanni De Bonis.

Sette incontri, ogni lunedì dalle 19 alle 21 in sala espositiva, riservati ai soci di Officine Fotografiche Roma curato da Maurizio Giovanni De Bonis.

Un percorso astorico nei territori del cinema e della fotografia alla ricerca di autori noti e meno noti a cui cercheremo, attraverso un lavoro di analisi anticonvenzionale e libero, di rendere giustizia.

L’ingresso è libero, ma è necessario essere in regola con la tessera associativa del 2018.

[immagine Luis Bunūel – Un chien Andalou ]


ciclo di Seminari per a.a.  2017/2018

Inizio: lunedì 12 marzo 2018

Orario: dalle 19 alle 21

Titolo: Storie della fotografia

Docente: Samantha Marenzi

stephen haweis-mina loyLe storie sono i percorsi, le direzioni, le asincronie. Sono le correnti, anche quelle sotterranee, che non hanno dominato la cultura della fotografia. I seminari faranno emergere alcuni rilievi dal paesaggio del grande patrimonio delle immagini fotografiche. Biografie, tematiche, contaminazioni con altri linguaggi. Una complessità di traiettorie che serve a ricordarci che non c’è una storia lineare della fotografia, c’è la pluralità delle sue storie.

Riservato ai soci in regola con il tesseramento 2018.


Inizio: lunedì 13 novembre 2017

Orario: dalle 19 alle 21

Titolo: INEVITABILI CONSONANZE

Docente: Maurizio G. De Bonis

jean cocteauIl seminario, che si svilupperà in sei incontri, prenderà in considerazione in modo non storicistico, grazie alle esperienze creative di alcuni grandi autori, “coincidenze linguistiche, stilistiche e poetiche che legano da sempre, in maniera evidente e indissolubile, pittura, fotografia e cinema.

 Immagine: Jean Cocteau, 1922 (Fotografia di Man Ray)
Se sei curioso e vuoi vedere quali sono i temi trattati nei seminari precedenti, scarica il pdf.